Scheda produttore: Tenuta Santa Lucia Torna indietro

(a cura della Redazione Top Italian Wine)

Il visitatore che dalle spiagge affollate della Romagna decida di esplorare anche le colline che emergono dalla pianura è premiato da paesaggi splendidi che forse non hanno quella notorietà che meriterebbero. E su queste colline nascono vini di alto livello che possono aggiungersi a pieno titolo al lungo elenco delle eccellenze alimentari di questa terra, senz’altro generosa da questo punto di vista.
La Tenuta Santa Lucia si trova a Mercato Saraceno, in provincia di Forlì Cesena, sulle colline della Val di Savio, tra vigneti, boschi e calanchi, e ha una storia che merita di essere raccontata perché contiene tutto quello che caratterizza una vicenda di successo: competenza, amore per la propria terra, passione per la qualità, tutti requisiti che Paride Benedetti ha.
L'azienda nasce nei primi anni ‘60 dall'unione delle proprietà del padre e del nonno materno di Benedetti: sono 100 ettari dove si coltiva di tutto, come usava allora, dalla vite, circa 12 ettari, alle piante da frutto, ai cereali e c'era pure l'allevamento da carne.
Poi, alla fine degli anni ‘90, avviene la svolta con la decisione di specializzarsi nella viticoltura. E da dove partire se non dai vitigni più tradizionali di queste terre? Sangiovese, Albana, Centesimino sono nati qui e qui danno il meglio di sé.
Paride Benedetti l'odore di quei vini l'ha respirato fin da piccolo, nella cantina del nonno, e da questi è partito per la sua avventura, sposando la filosofia dell'agricoltura biologica e successivamente di quella biodinamica. Quindi rispetto massimo per l'ambiente e per il vino, che deve rispecchiare nel migliore dei modi le caratteristiche della terra da cui nasce. Vini che devono avere un'anima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA