Scheda produttore: La Crotta di Vegneron Torna indietro

(a cura di Franco Ziliani)

Nel panorama delle Cantine Cooperative valdostane la Cooperativa La Crotta di Vegneron, che nasce nel 1980 a Chambave in bassa Valle d’Aosta, per iniziativa di 25 soci che diventano 80 già nel 1985, per arrivare oggi a quota 100, rappresenta una sorta di unicum, ponendosi l’obiettivo di valorizzare i vitigni autoctoni come Petit Rouge, Fumin, Vien de Nus, Muscat de Chambave e Nus Malvoisie, dando spazio anche ad altre varietà più internazionali come Pinot Noir, Gamay e Müller Thurgau da tempo perfettamente adattate ai terreni ed al clima della zona. Una delle caratteristiche peculiari di questa cantina è che i soci viticoltori oltre alle uve conferiscono anche mano d’opera, perché ogni socio, per statuto, é obbligato a prestare servizio gratuito alla cooperativa per un monte ore in funzione dei quintali di uva conferita. Oggi la produzione ha raggiunto quota 300.000 bottiglie, ed elabora le uve provenienti dalle due importanti zone di produzione che danno il nome alle denominazioni di origine Chambave (che comprende anche i comuni di Châtillon, Saint Vincent, Saint Denis e Verrayes) e Nus (che comprende anche i comuni di Quart e Fénis). I vigneti si trovano nelle aree più vocate e meglio esposte a sud della vallata, in un ambiente di montagna (le vigne vanno da 500 a 850 metri di altezza) caratterizzato da forti pendenze e da un’estrema frammentazione dei vigneti. Il 35% della produzione totale della Cooperativa riguarda uve a bacca rossa, mentre il 65% da uve a bacca bianca. Da queste uve nascono 19 tipi di vino, di cui 15 DOC e 4 da tavola, con una gamma completa di tipologie, che va dai vini da aperitivo ai vini da dessert.

© RIPRODUZIONE RISERVATA