Scheda etichetta Torna ai risultati
Breganze Torcolato 2007

€ 22,29

Aggiungi

Disponibilità: Questo prodotto non è più disponibile

Avvisami quando disponibile

Breganze Torcolato 2007

DOC Breganze

Firmino Miotti

  • Tipologia Bianco Dolce
  • Regione Veneto
  • Uvaggio Vespaiolo 100%
  • Alcol % Vol13.0%
  • Formato (L)0.375

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere 2 punti fedeltà (regolamento).


Presentazione

Luigi Veronelli lo definì “un dolce, non dolce” e già questa definizione introduce una delle caratteristiche principali del Torcolato: l’equilibrio tra le note più morbide e, per l’appunto dolci, e quella più fresche e acide che si porta in dote l’uva che da origine ad uno dei vini passiti certamente più originali e di pregio di tutto il comparto vitivinicolo italiano: la Vespaiola. Siamo a Breganze, in provincia di Vicenza, e il comprensorio che si caratterizza per la produzione di questo storico vino da dessert si sviluppa su una superficie di circa 15 chilometri a nord del capoluogo, tra Marostica, Bassano del Grappa e Thiene. Dei 600 ettari vitati, solo il 10% è dedicato alla produzione del Torcolato, che arriva, ogni anno, all’incirca intorno alle 100mila bottiglie.

Le radici storiche di questo vino sono antiche e vedono le prime testimonianze già a partire dal ‘600. L’originalità è legata sia all’uva che alla tecnica di produzione, che poi dona il nome anche al vino. La Vespaiola, infatti, è un vitigno autoctono che deve il suo nome alla peculiarità di attirare le vespe durante il periodo di maturazione, per merito della sua aromaticità e dolcezza. Torcolato, invece, deriva dall’antica pratica di porre ad appassire le uve appendendole a delle travi del soffitto, formando delle lunghe trecce di grappoli attorcigliati (torcolati) tra loro. Non tutti i produttori del luogo hanno mantenuto questa antica usanza, preferendo tecniche di appassimento più pratiche e moderne, ma alcuni di essi continuano a tenere viva questa tradizionale e antica pratica.

 

Dalla colline di Santa Lucia, di origine vulcanica, provengono le uve di Vespaiola, assolute protagoniste di questo classico Torcolato della zona di Breganze. Come tradizione vuole, dopo al selezione dei migliori grappoli, inizia la fase appassimento. I grappoli vengono attorcigliati a degli spaghi all’interno di ambienti ben arieggiati fino a dopo Natale. Al termine di questa delicata e cruciale fase, inizia la pigiatura e la fermentazione, caratterizzata da tempi molto lunghi, anche alcuni mesi, a causa dalla grande carica zuccherina delle uve che fa sì che si arresti spontaneamente. Successivamente, e per alcuni anni, il Torcolato di casa Miotti si affina lentamente in vasche di acciaio prima di venir imbottigliato.

 

Abbinamento e ricetta a cura del Personal Chef di Top Italian Wine: Panna cotta alla vaniglia con riduzione di fragolé

Passiti: non solo cantuccini e pasta di mandorle, please! A cura di Franco Ziliani

   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Note di degustazione

Sfumature di oro antico nel bicchiere, e una densità che annuncia carattere e struttura. Non ha il piglio sfacciato e stucchevolmente dolce, come può capitare nella categoria dei passiti in genere, e quindi anche nel caso del Torcolato. L’incedere olfattivo è equilibrato, di bella precisione stilistica: note di uva passa, cedro candito, cioccolato bianco, castagna. con l’ossigenazione lasciano spazio a sfumature di piacevole particolarità, come quelle di erbe mediterranee e rosmarino. Al palato ha ottima struttura, buona freschezza e un allungo deciso, pieno, di grande corrispondenza con le note aromatiche olfattive. Chiude dolce, ma con un tocco lievemente acidulo e agrumato che dona dinamismo al sorso.

  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le vostre recensioni Aggiungi una recensione

Scrivi il tuo commento

Breganze Torcolato 2007

Breganze Torcolato 2007

Scrivi il tuo commento

Il tuo commento verrà pubblicato il prima possibile

PayPal