Scheda etichetta Torna ai risultati
Recioto della Valpolicella Classico 2009

€ 41,42

Aggiungi

Disponibilità: Questo prodotto non è più disponibile

Avvisami quando disponibile

Recioto della Valpolicella Classico 2009

DOC Recioto della Valpolicella

Tommaso Bussola

  • Tipologia Rosso Dolce
  • Regione Veneto
  • Uvaggio Corvina e Corvinone 55%, Rondinella 30%, Altri 15%
  • Alcol % Vol14.5%
  • Formato (L)0.500

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere 4 punti fedeltà (regolamento).


Presentazione

Sebbene la zona della Valpolicella sia nota sia in Italia che all’estero, oramai soprattutto per la produzione dell’Amarone della Valpolicella, divenuto portabandiera incontrastato della zona, anche dal punto di vista quantitativo, la tradizione in questa zona è intimamente legata anche e soprattutto al suo progenitore, vale a dire al Recioto. L’appassimento delle uve avviene solitamente in fruttai posti in collina e si protrae per almeno 100/120 giorni dopo la vendemmia con il risultato di ottenere un’uva praticamente essiccata, ricca di zuccheri ed estratti. Si utilizzano graticci di canna sostenuti attraverso particolari impalcature, come tradizione vuole, anche se è oramai molto diffuso anche l’utilizzo di piccole cassette di legno o plastica sovrapponibili.

Il nome di questo vino nasce da un termine dialettale particolare: vengono, infatti, scelti i grappoli spargoli e maturi e soprattutto un tempo si utilizzavano solo le ali dei grappoli, per l’appunto le “recie”, le “orecchie”. 

 

Da vigneti ubicati nella zona di Negrar, nasce dal blend più vitigni, come è tradizione dei vini della Valpolicella, anche in questa storica tipologia: Corvina e Corvinone (50%),  Rondinella (30%), Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Dindarella e Croatina (15%). Dopo quattro mesi di appassimento delle uve, la vinificazione avviene in due fasi. Per l’80% delle uve inizia verso la metà di gennaio, con una fermentazione lenta, per circa 50 giorni, innescata da lieviti selezionati. Il 20% rimanente viene fatto fermentare a marzo e unito successivamente a quello di gennaio, innescando una nuova fermentazione che questa volta procede per altri 25 giorni. Dopo il riposo in vasche di acciaio, viene imbottigliato ad un anno dalla vendemmia dove trascorre il tempo necessario per l’affinamento conclusivo.

 

Intervista al produttore a cura della Redazione di Top Italian Wine

Passiti: non solo cantuccini e pasta di mandorle, please! A cura di Franco Ziliani

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Note di degustazione

Dalla veste rubina impenetrabile, è un vino di rara compattezza, sin dal colore. Pasta di mandorle, fichi secchi, prugne disidratate, datteri, note di incenso: sono alcune delle sfumature di un corredo aromatico di grande fascino, che unisce complessità stratificata e potenza in egual misura. Bocca di ottima forza estrattiva: dolce, la sua carica alcolica si fa certamente sentire e completa un quadro di grande potenza ed estrazione. Lieve la tannicità, che comunque gli dona carattere, ha un allungo in linea con le note olfattive e continui rimandi alla frutta in confettura.

  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le vostre recensioni Aggiungi una recensione

Scrivi il tuo commento

Recioto della Valpolicella Classico 2009

Recioto della Valpolicella Classico 2009

Scrivi il tuo commento

Il tuo commento verrà pubblicato il prima possibile

PayPal